• slider1.jpg
  • slider2.jpg
  • slider3.jpg
  • slider4.jpg
  • slider5.jpg
  • slider6.jpg
  • slider7.jpg
  • slider8.jpg

Cronaca relativa al lavoro nelle fornaci da calce

Bissone, Annegato

L'altra mattina, certo Baccanelli Giuseppe di Giuseppe, d'anni 47, nativo di Serzano (Italia) qui domiciliato, manovale presso l'impresa Gaggini Pietro di Bissone, partiva da casa assieme ad un compagno per la fornace del Sasso del Melgone, onde prendervi con la barca un carico di 90 quintali di calce.

Nel ritorno si fermò a Campione; partì subito e da solo con una barchetta cosidetta quattr'ass; alla volta di Bissone per portare dei pesci.

Nell'avvicinarsi con l'imbarcazione alla riva, non si sa come, cadde nel lago, alla distanza di due metri dal lido ove l'acqua è profonda circa un metro e mezzo e miseramente annegava.

Lascia a piangerlo la moglie con un figlio dodicenne.

Corriere del Ticino, 13 giugno 1907

 

Da Caslano, Nuova industria

Domenica ebbe luogo l'assemblea patriziale. Si doveva decidere su una domanda inoltrata da una società, rappresentata dall'on. Eloardo Perseghini, nella quale si chiedeva al patriziato di Caslano, il terreno necessario per la erezione di una grande fornace di calce.

La domanda venne accolta dall'assemblea. Sperasi che la detta Società, e specialmente la lunga pratica dell'on. Perseghini abbiano a far fiorire una industria che già tanti vantaggi portò al paese.

Corriere del Ticino, 4 giugno 1912

Free Joomla! template by L.THEME